Rimedio Naturale

4 alimenti che potenziano il cervello (e quelli che lo indeboliscono)

14 Dicembre 2018 in Diete

La dieta non influisce solo sulla forma fisica, ma anche sul buon funzionamento di tutto l’organismo, cervello incluso. Quest’ultimo, infatti, è l’organo del nostro corpo che consuma più energia, e ha bisogno di un numero elevato di nutrienti per funzionare correttamente.

Alcuni alimenti aiutano a prevenire la demenza, lo stress, il declino cognitivo o la perdita di memoria, mentre altri, al contrario, possono favorire la comparsa di tutte queste condizioni. Di seguito ti elenchiamo 4 alimenti che proteggono e potenziano il cervello.

Sgombro per rallentare il declino cognitivo. Gli acidi grassi, come l’omega 3, sono fondamentali per un buon funzionamento delle cellule e per prevenire lo stress ossidativo a livello cerebrale. I pesci grassi, come il salmone, lo sgombro, le alici o le sardine sono particolarmente ricchi di questo tipo di grassi.

Olio d’oliva per aumentare l’ossigeno nel cervello. E’ una delle fonti vegetali più ricche di omega 3, ma anche di vitamina E, che aiuta a proteggerci contro la demenza e aumenta l’arrivo di ossigeno al cervello.

Barbabietola per dare energia e sostituire lo zucchero. Le cellule cerebrali usano il glucosio come fonte di energia, ma non è necessario consumare molto zucchero. La barbabietola, così come i cereali integrali, le cipolle e i kiwi, sono ricchi di carboidrati che danno energia al cervello.

Bacche per aumentare l’attenzione. Vitamine E, C, D e del gruppo B sono importanti per la salute del cervello. Le bacche, così come la frutta rossa, sono particolarmente ricche di questo nutriente, così come di ferro, che stimola l’attività cognitiva, e lo zinco, che controlla gli impulsi neuronali.

La frutta che danneggia il cervello. Cibi rapidi, fritti e quasi tutti gli alimenti processati o ultra-processati fanno molto male al cervello. Zuccheri raffinati e grassi insaturi mettono a rischio il cervello, lo rallentano e velocizzano l’invecchiamento precoce e il declino cognitivo.

Condividi l'articolo:
1.2k

Importante: Questo sito web non dà consigli medici, né suggerisce l'uso di tecniche come forma di trattamento per problemi fisici, per i quali è invece necessario il parere di un medico. Nel caso si decidesse di applicare le informazioni contenute in questo sito, lo stesso non se ne assume le responsabilità. L'intenzione del sito è quella di essere illustrativo, non esortativo né didattico.

Ti potrebbe interessare:

Aggiungi un commento