Rimedio Naturale

Chi si assenta troppo, presto smette di mancare

6 Agosto 2018 in Umore e psicologiche

Nella vita bisogna essere presenti, fisicamente, ma anche con la mente e con il cuore. Bisogna esserlo per le persone che consideriamo importanti. Tuttavia, ci sono dei momenti durante la nostra vita nei quali cominciamo ad avvertire dei vuoti, generati dall’assenza di qualcuno, e man mano vediamo come si rompono abitudini e si creano silenzi.

Chi si assenta, a volte, lo fa perché non desidera più essere presente, ma altre volte sono situazioni più complesse che possono spingere a farlo. Avere la testa da un’altra parte vuol dire smettere di pensare a ciò che abbiamo attorno.

Offrire vuoti alle persone che formano parte del nostro presente è un modo per ferire, ma anche per ingannare noi stessi.

Ad essere assenti possono essere tutti. C’è chi non sa amare, chi vive la vita come se fosse di passaggio, senza ancorarsi a nulla. C’è anche chi, dopo aver costruito un rapporto affettivo o di amicizia, comincia a mostrare disinteresse da un giorno all’altro, assentandosi.

Il padre o la madre assente

Sono tantissimi i bambini che percepiscono uno o entrambi i genitori come emotivamente distanti, a volte inaccessibili. Spesso si stabilisce un rapporto basato sulla tirannia, nel quale non esiste ascolto, comprensione o empatia, fondamentali per la crescita di un bambino.

Altri genitori, invece, mostrano disinteresse rispetto alle azioni del proprio figlio. Non c’è contatto profondo, non si impone nulla, non accompagna e non educa. La comunicazione è scarsa, e il genitore si limita solo a non far mancare nulla di materiale.

Il partner assente

La presenza reale non c’entra nulla con lo spazio fisico. Avere una persona al nostro fianco non vuol dire che essa sia presente, che ci ascolti o che offra reciprocità.

E’ possibile che nella mente del partner esistano altri interessi non rivelati, che i suoi desideri facciano parte di altri spazi, che si assenti per motivi quali egoismo, paura, indecisione. Una situazione distruttiva per entrambi.

Imparare ad essere presenti

E’ importantissimo sapere che per offrire felicità alle persone che amiamo non basta “essere lì”. Bisogna imparare ad essere presenti non solo per il benessere di chi ci vuole bene, ma anche per il nostro equilibrio psicologico ed emozionale. Cerca di sentire di più, e pensare di meno. Chiediti se sei assente in quel momento specifico, poi torna. Riconnettiti con le emozioni presenti.

Importante: Questo sito web non dà consigli medici, né suggerisce l'uso di tecniche come forma di trattamento per problemi fisici, per i quali è invece necessario il parere di un medico. Nel caso si decidesse di applicare le informazioni contenute in questo sito, lo stesso non se ne assume le responsabilità. L'intenzione del sito è quella di essere illustrativo, non esortativo né didattico.

Ti potrebbe interessare:

Aggiungi un commento