Bere caffè riduce i danni al fegato causati dall’alcol

22 Ottobre 2019 in Fegato

Il caffè è la bevanda più popolare al mondo, gustata in ogni angolo del mondo e alla quale sono stati associati numerose proprietà terapeutiche. Un nuovo studio rivela che il caffè potrebbe essere utile anche per proteggere il fegato.

In particolare, un recente studio suggerisce che un consumo moderato di caffè (due tazze al giorno) potrebbe ridurre il rischio di soffrire di cirrosi epatica, una condizione associata all’abuso di bevande alcoliche.

La cirrosi è una malattia cronica e irreversibile, che si genera una cicatrizzazione del tessuto epatico, la formazione di noduli e fibrosi. Nei casi più gravi, la cirrosi può provocare una insufficienza epatica.

Il consumo eccessivo di bevande alcoliche e l’obesità sono tra le prime cause di cirrosi epatica.

Un recente studio condotto in Australia ha dimostrato che la caffeina del caffè potrebbe contribuire alla prevenzione della fibrosi epatica.

Lo studio ha coinvolto quasi mezzo milione di persone, duemila delle quali affette da cirrosi epatica. I risultati hanno dimostrato che bere due tazze di caffè al giorno può ridurre il rischio di cirrosi al 43%, e berne 3 fino al 57%.

Condividi l'articolo
Importante: Questo sito web non dà consigli medici, né suggerisce l'uso di tecniche come forma di trattamento per problemi fisici, per i quali è invece necessario il parere di un medico. Nel caso si decidesse di applicare le informazioni contenute in questo sito, lo stesso non se ne assume le responsabilità. L'intenzione del sito è quella di essere illustrativo, non esortativo né didattico.

Aggiungi un commento