Rimedio Naturale

Come coltivare la stevia a casa per goderne i benefici

17 Aprile 2019 in Casa, Prodotti naturali

La stevia è una pianta che ha guadagnato molta popolarità negli ultimi anni, per via del suo uso come dolcificante naturale e i suoi benefici contro diabete di tipo 2, ipertensione e obesità. In questo articolo ti spieghiamo come coltivare la stevia a casa, per averla sempre a portata di mano.

La stevia può essere coltivata partendo dai semi, per poi successivamente dividerla per talee. Prepara il vaso nel quale coltiverai la stevia, riempendolo di torba e inumidendola prima di spargere i semi, senza coprirli. Si suggerisce di coltivare la stevia in primavera (da aprile a maggio).

Metti il vaso in un luogo luminoso ma non esposto ai raggi del sole, e mantieni il terriccio umido. Dopo tre mesi potrai trapiantare la stevia in un vaso più grande, usando sempre della torba arricchita con del compost.

La stevia è una pianta subtropicale, e ha bisogno di calore e umidità. Tuttavia, si adatta sia a climi tropicali che a quelli temperati, ed è per questo che in Italia va coltivata in primavera e raccolta in autunno, prima che il freddo riduca la produzione di foglie o ne provochi la morte.

Durante i mesi più freddi, a partire da settembre/ottobre, sarà necessario conservare il vaso con la stevia in casa o, se possibile, proteggerla con una coperta termica per la semina.

Della stevia si usano le foglie, che contengono composti con proprietà terapeutiche e dolcificanti.

Condividi l'articolo
Importante: Questo sito web non dà consigli medici, né suggerisce l'uso di tecniche come forma di trattamento per problemi fisici, per i quali è invece necessario il parere di un medico. Nel caso si decidesse di applicare le informazioni contenute in questo sito, lo stesso non se ne assume le responsabilità. L'intenzione del sito è quella di essere illustrativo, non esortativo né didattico.

Ti potrebbe interessare:

Aggiungi un commento