Come eliminare le macchie di calcare dal WC

Di - Redazione - 13 Ottobre 2021 in Casa

Sia i germi che l’accumulo di alcuni minerali presenti nell’acqua possono causare delle fastidiose macchie giallastre o marroni sul WC. Oltre ad essere esteticamente brutte e igienicamente non sicure, queste macchie hanno anche un odore molto sgradevole.

Se sul tuo WC sono comparse queste macchie di calcare non disperare: ti suggeriamo 3 metodi per eliminare le macchie di calcare dal gabinetto e farlo tornare a splendere.

Aceto e limone. Sono entrambi due eccellenti disinfettanti naturali, capaci di eliminare le macchie e pulire a fondo le superfici del gabinetto.

Mescola 120 ml di aceto bianco con il succo di un limone. Indossa dei guanti e pulisci con una spugna inumidita nella soluzione. L’acidità dell’aceto e del limone aiuterà a fare sciogliere il calcare scuro.

Bicarbonato di sodio e acqua ossigenata. Usatissimi nelle pulizie domestiche, questi due ingredienti sono tra i più efficaci per rendere il WC splendente.

Versa 125 ml di acqua ossigenata in un bicchiere, poi aggiungi 4 cucchiai di bicarbonato di sodio e mescola bene. Usa la soluzione per pulire, aiutandoti con una spugna, tutta la superficie del gabinetto. Attendi 20 minuti e poi risciacqua.

Pietra pomice. Usata in cosmetica, per eliminare le cellule morte, la pietra pomice è utilissima anche per la pulizia del bagno.

Indossa dei guanti, inumidisci la pietra pomice con acqua calda, poi strofinala su tutta la superficie del WC. Grazie al suo potere abrasivo potrai dire addio al calcare per sempre.

Condividi l'articolo
Importante: Questo sito web non dà consigli medici, né suggerisce l'uso di tecniche come forma di trattamento per problemi fisici, per i quali è invece necessario il parere di un medico. Nel caso si decidesse di applicare le informazioni contenute in questo sito, lo stesso non se ne assume le responsabilità. L'intenzione del sito è quella di essere illustrativo, non esortativo né didattico.

Aggiungi un commento