La felicità non sta solo nel dare: anche ricevere è un diritto

21 Agosto 2019 in Psicologia

La felicità non si limita solo all’atto altruista di dare tutto senza ricevere nulla. Anche ricevere è un diritto, anzi, una necessità che nutre il cuore e costruisce i pilastri fondamentali della reciprocità.

Dare tutto te stesso per un’altra persona è senza dubbio un atteggiamento nobile e lodevole. Ma bisogna applicare questo concetto nei giusti contesti: nelle relazioni personali o affettive, ad esempio, dare e ricevere fanno parte di un circolo fondamentale e assolutamente necessario.

L’armonia vera si trova esattamente al centro tra il dare e il ricevere: solo attraverso questa armonia ci si sente davvero felici di dare. È una situazione che, purtroppo, non si vede troppo spesso, sopratutto nelle relazioni di coppia.

Non si tratta sicuramente di pretendere che vengano restituiti i favori, o di essere ricevuti con gli allori dopo aver fatto una azione per gli altri: è il nostro cuore che ha bisogno di ricevere rispetto, riconoscenza e reciprocità.

Quando ciò accade, ci si sente amati, supportati, meno soli. Senza il giusto riconoscimento ci si sente soli e indifesi. Il problema è che la maggior parte delle relazioni affettive ha questo problema: si dà tutto, e si riceve molto poco.

L’amore vero, quello dell’anima, è un atto nel quale due persone sagge si offrono l’uno all’altro per costruire un qualcosa di grande e duraturo. L’amore vero è desiderare la felicità della persona che si ama, senza sacrificare in cambio la nostra felicità.

Condividi l'articolo
Importante: Questo sito web non dà consigli medici, né suggerisce l'uso di tecniche come forma di trattamento per problemi fisici, per i quali è invece necessario il parere di un medico. Nel caso si decidesse di applicare le informazioni contenute in questo sito, lo stesso non se ne assume le responsabilità. L'intenzione del sito è quella di essere illustrativo, non esortativo né didattico.

Ti potrebbe interessare:

Aggiungi un commento