La miglior vendetta è la felicità: guarda avanti e sii felice

13 Luglio 2019 in Psicologia

La migliore vendetta è non vendicarsi: sorridere all’odio, soffocare la rabbia e dimostrare agli altri che possiamo essere felici. Non c’è strategia migliore che agire con calma e saggezza, continuando a guardare avanti col cuore libero da sentimenti negativi.

La maggior parte di noi, almeno una volta, ci siamo sentiti così addolorati, feriti e offesi a punto tale da pensare nella vendetta. Immaginiamo che, in qualche modo, restituire il dolore a chi lo ha provocato possa farci sentire meglio.

La vendetta è un impulso, spinto da rabbia e odio. Ci convertiamo in aggressori e ci facciamo contagiare dalla stessa qualità morale di chi ci ha causato il danno.

La migliore vendetta, tuttavia, è non vendicarsi. Chi si fa vincere dall’impulso della vendetta non riesce a gestire le proprie emozioni, ha una scarsa conoscenza di se stesso e, di solito, hanno un’empatia molto bassa. Non perdonano, non dimenticano, e vivono sottomessi dal passato e dal rancore.

La vendetta, o lo stesso desiderio di vendicarsi, non hanno alcun beneficio. Questa necessità limita la nostra crescita come persone, ci impedisce di concentrarci sul futuro, limitando la nostra capacità di costruire una realtà più felice.

Condividi l'articolo
Importante: Questo sito web non dà consigli medici, né suggerisce l'uso di tecniche come forma di trattamento per problemi fisici, per i quali è invece necessario il parere di un medico. Nel caso si decidesse di applicare le informazioni contenute in questo sito, lo stesso non se ne assume le responsabilità. L'intenzione del sito è quella di essere illustrativo, non esortativo né didattico.

Ti potrebbe interessare:

Aggiungi un commento