Marmellata di tarassaco: la ricetta

27 Maggio 2020 in Ricette

Le marmellate di fiori fatte in casa sono semplici da preparare, e alla portata di tutti. In questo articolo ti suggeriamo la ricetta della marmellata di tarassaco, una ricetta che può sembrare originale, ma che ha origini molto antiche.

I petali del tarassaco hanno un sapore molto simile a quello del miele millefiori, ed è per questo che anticamente veniva definito come “miele dei poveri”.

Molte persone considerano il tarassaco come una specie invasiva, e li eliminano puntualmente ogni primavera. Eppure questa pianta, ricchissima di proprietà terapeutiche, è molto versatile e gustosa, oltre ad essere fondamentale per le api.

Il procedimento per preparare la marmellata di tarassaco non è diverso da qualsiasi marmellata fatta in casa. Bastano pochi ingredienti, qualche minuto di cottura e un po’ di pazienza nell’attendere che la marmellata si raffreddi.

Per preparare la marmellata raccogli circa 250 grammi di fiori di tarassaco, poi separa i petali dalle parti verdi.

Porta i petali ad ebollizione per qualche minuto. Usa due parti uguali di petali e acqua.

Ritira dal fornello, filtra e fai bollire il tè di tarassaco assieme a della pectina e a due cucchiai di succo di limone. Per le quantità di pectina, leggi la confezione.

Raggiunta l’ebollizione, aggiungi 200 grammi zucchero e mescola bene per farlo sciogliere. Riporta il composto ad ebollizione e cuoci per 1-2 minuti, poi ritira dal fornello.

La pectina è fondamentale per la preparazione della marmellata. A differenza della frutta, i fiori di tarassaco non contengono alcuna pectina.

Versa la marmellata di tarassaco in contenitori di vetro e conserva.

Condividi l'articolo
Importante: Questo sito web non dà consigli medici, né suggerisce l'uso di tecniche come forma di trattamento per problemi fisici, per i quali è invece necessario il parere di un medico. Nel caso si decidesse di applicare le informazioni contenute in questo sito, lo stesso non se ne assume le responsabilità. L'intenzione del sito è quella di essere illustrativo, non esortativo né didattico.

Aggiungi un commento