Monstera deliciosa: come curarla per avere una pianta verdissima e rigogliosa

Di - Redazione - 9 Ottobre 2021 in Giardinaggio

La Monstera deliciosa, chiamata anche pianta del pane americana, è una pianta tropicale molto semplice da curare e che può dare un tocco di vitalità agli spazi interni: il suo potere decorativo è davvero notevole.

Tuttavia, come per tutte le piante, per avere una monstera verdissima e rigogliosa è necessario adottare i giusti accorgimenti e curare la pianta a dovere, essendo capaci di prevenire e risolvere i suoi problemi più comuni.

Originaria delle selve tropicali del Messico, la principale caratteristica della monstera sono le sue meravigliose foglie, verdi e grandi, somiglianti a delle costole umane. Genera degli steli flessibili e ha bisogno di un sostegno, essendo una pianta rampicante.

Per potersi aggrappare al suo sostegno usa delle radici molto spesse, che si introducono tra le fessure dei muri, tra le cortecce degli alberi o nel sostegno che scegliamo di usare. Le radici della monstera si nutrono dell’umidità presente nell’aria.

I tre fattori chiave per avere una monstera verde e rigogliosa sono la presenza di una adeguata umidità nell’aria, una temperatura non troppo bassa e una irrigazione non eccessiva (bisogna lasciare asciugare il terriccio tra una innaffiatura e l’altra).

Luce e temperatura. La monstera è una pianta molto semplice da curare. Se messa all’interno, ha bisogno di un angolo luminoso. All’esterno, invece, preferisce stare all’ombra e non a sole diretto.

Se coltiviamo la monstera dentro casa, essa non darà fiori. In giardino, invece, produrrà fiori a partire dai tre anni, tra maggio e ottobre. I fiori sono molto piccoli e color crema.

Non esporre mai la pianta a temperature al di sotto degli 0°C. Può sopportare temperature attorno ai 5°C, ed è per questo che può essere coltivata su terrazze e giardini di quasi tutta la nostra penisola.

Irrigazione e fertilizzazione. L’irrigazione è uno degli aspetti più importanti della cura della monstera. Non è una pianta esigente. Durante l’estate annaffiala poco a poco, senza creare ristagni d’acqua. Fai asciugare bene il terriccio tra una irrigazione e l’altra.

Nonostante le dimensioni delle sue foglie, non è necessario spruzzare acqua sulla monstera, in quanto capace di sopportare ambienti secchi. Durante la primavera applica un fertilizzante una volta al mese.

Problemi più comuni della monstera. Questa pianta è estremamente resistente che difficilmente viene attaccata da parassiti. Può essere attaccata da cocciniglie, afidi e ragnetti rossi.

Le cocciniglie creano delle macchie marroni o biancastre sulle foglie, soprattutto sulla parte inferiore. Per eliminarle usa un sapone al potassio.

Gli afidi si rilevano nella parte inferiore delle foglie e sui germogli della pianta. Per eliminarli usa un prodotto specifico disponibile sul mercato.

I ragnetti rossi rendono le foglie gialle e attaccano la pianta se esposta in ambienti troppo secchi.

Condividi l'articolo
Importante: Questo sito web non dà consigli medici, né suggerisce l'uso di tecniche come forma di trattamento per problemi fisici, per i quali è invece necessario il parere di un medico. Nel caso si decidesse di applicare le informazioni contenute in questo sito, lo stesso non se ne assume le responsabilità. L'intenzione del sito è quella di essere illustrativo, non esortativo né didattico.

Aggiungi un commento