Ora blu: l’ora magica tra luce e buio

13 Agosto 2019 in Ambiente e natura

Chi ha a che fare con la fotografia saprà sicuramente cos’è l’ora blu, definita nei paesi anglosassoni anche come “ora magica“: un momento fugace che tutti cercano di ritrarre.

L’ora blu è un curioso fenomeno luminoso, che regala dei colori bellissimi e che ha luogo circa un’ora prima dell’alba e un’ora prima del tramonto.

In questo momento la luce naturale è diffusa, e genera una grande quantità di illuminazione sulla scena. Il posizionamento del sole all’orizzonte, inoltre, genera una progressione di colori caldi.

Nell’ora blu si possono vedere perfettamente gli edifici urbani, grazie all’illuminazione artificiale, e c’è ancora luce naturale a sufficienza per poter percepire il contrasto col cielo e le sagome delle persone. È anche un momento perfetto per fotografare la luna e ritrarre tutti i suoi crateri.

Nel tredicesimo secolo, l’ora blu veniva definita in Francia come “punto tra il cane e il lupo”, proprio perché è l’ora del giorno in cui è difficile distinguere un cane da un lupo.

I due animali, inoltre, simboleggiano il giorno e la notte: il cane ci guida sotto la luce del sole, e il lupo si converte nella notte, come minaccia e incubo.

Condividi l'articolo
Importante: Questo sito web non dà consigli medici, né suggerisce l'uso di tecniche come forma di trattamento per problemi fisici, per i quali è invece necessario il parere di un medico. Nel caso si decidesse di applicare le informazioni contenute in questo sito, lo stesso non se ne assume le responsabilità. L'intenzione del sito è quella di essere illustrativo, non esortativo né didattico.

Ti potrebbe interessare:

Aggiungi un commento