Parlare con se stessi: una pratica molto terapeutica

15 Gennaio 2020 in Psicologia

Parlare con noi stessi può sembrarci strano, bizzarro, eppure stabilire un dialogo interno nel quale analizzare tristezze e preoccupazioni ci fa davvero molto bene. Poche pratiche sono più terapeutiche di questa, perché alla fine tutti noi viviamo con noi stessi, e comunicare col proprio essere è vitale e necessario.

C’è solo una piccola parte dell’universo che possiamo conoscere profondamente e migliorare, e questa parte è la nostra. Tuttavia, per quanto possa sembrare curioso, non sempre gli diamo la giusta attenzione.

Tutti noi facciamo uso del dialogo interno, tuttavia, lo facciamo nel peggiore dei modi. Ethan Kross, uno psicologo statunitense, ha dimostrato che l’essere umano è irrimediabilmente propenso all’auto-conversazione negativa.

Il professore Ethan Kross ha quindi condotto una serie di esperimenti ed è arrivato alla conclusione che tutte le persone capaci di parlare con se stesse e che cominciano i dialoghi pronunciando il loro nome hanno più successo, sono più sicuri di se e più felici.

Può sembrare una conclusione semplice e ingenua. Tuttavia, parlare con noi stessi ci permette di gestire la nostra vita in modo più equilibrato, sopratutto dal punto di vista emotivo.

Condividi l'articolo
Importante: Questo sito web non dà consigli medici, né suggerisce l'uso di tecniche come forma di trattamento per problemi fisici, per i quali è invece necessario il parere di un medico. Nel caso si decidesse di applicare le informazioni contenute in questo sito, lo stesso non se ne assume le responsabilità. L'intenzione del sito è quella di essere illustrativo, non esortativo né didattico.

Aggiungi un commento