Preferisco le lontananze oneste alle vicinanze ipocrite

12 Febbraio 2020 in Psicologia

In un mondo in cui abbondano gli ipocriti, i sinceri passano per quelli cattivi, e la verità si converte in nemica. È per questo che sono preferibili le distanze oneste, quando i nostri valori non coincidono con una vicinanza falsa, nascosta dietro una maschera di amabilità.

L’essere umano, per quanto socialmente evoluto, ha ancora molte difficoltà nel favorire una coesistenza con gli altri, mettendo da parte differenze culturali, sociali o di genere. Non è sempre facile stabilire una distanza da chi non ci piace o non ci fa sentire bene.

Accade spesso di sentirci “obbligati” a condividere uno spazio con un parente che ha idee estreme, o un collega col quale non condividiamo gli stessi principi morali. Tuttavia, è possibile creare un adeguato spazio di autoprotezione, per evitare di cadere nell’insano esercizio dell’ipocrisia.

Quando si intuisce una incompatibilità di carattere o valori, le persone oneste tendono ad impostare delle adeguate distanze con eleganza e respetto. Purtroppo, però, non tutti lo fanno.

Per farlo, l’ideale è non mantenere conversazioni profonde, non rivelare intimità e non dare troppa importanza a ciò che dicono. Rispetta l’altra persona, e rispetta te stesso, senza mai invadere la sua sfera personale o permettere che la tua sia invasa.

Cerca di non rinunciare ai tuoi valori, evitando di cadere negli stessi comportamenti della persona ipocrita.

Condividi l'articolo
Importante: Questo sito web non dà consigli medici, né suggerisce l'uso di tecniche come forma di trattamento per problemi fisici, per i quali è invece necessario il parere di un medico. Nel caso si decidesse di applicare le informazioni contenute in questo sito, lo stesso non se ne assume le responsabilità. L'intenzione del sito è quella di essere illustrativo, non esortativo né didattico.

Aggiungi un commento