Sovrappeso mentale: pensare troppo fa male

19 Luglio 2019 in Psicologia

Si definisce sovrappeso mentale quando la nostra mente genera un eccesso di pensieri. È vero che, in quanto esseri umani, pensiamo ininterrottamente. Tuttavia, alcune persone soffrono di una “eloquenza mentale”, composta perlopiù da pensieri inutili, che non portano da nessuna parte.

I pensieri sono l’unità basica della mente. Grazie ad essi portiamo avanti processi intellettuali superiori, ci sviluppiamo socialmente, possiamo fare piani e mettere in pratica la nostra creatività: i pensieri sono fondamentali.

Ma i risultati nella vita delle persone si misurano per la qualità dei pensieri (coscienti e incoscienti). I pensieri “spazzatura”, tuttavia, sono dannosi per gli esseri umani, in quanto attivano sentimenti come paure o insicurezze, senza una reale necessità.

Questo tipo di pensieri possono essere di varia natura: le critiche superflue, la pena, il vittimismo, i pregiudizi, i se, i ma, i forse.

Ci sono vari modi per alleggerire una mente in sovrappeso, cercando di non permettere ai pensieri spazzatura di prendere il sopravvento e controllarla. Arte, meditazione, sport, lettura, corsi: qualsiasi attività costruttiva e creativa che possa tenere la mente occupata ci aiuta a tenere alla larga i pensieri spazzatura e “snellire la mente“.

Condividi l'articolo
Importante: Questo sito web non dà consigli medici, né suggerisce l'uso di tecniche come forma di trattamento per problemi fisici, per i quali è invece necessario il parere di un medico. Nel caso si decidesse di applicare le informazioni contenute in questo sito, lo stesso non se ne assume le responsabilità. L'intenzione del sito è quella di essere illustrativo, non esortativo né didattico.

Aggiungi un commento