Rimedi naturali per sbarazzarsi della cistite per sempre

Di - Redazione - 21 Agosto 2016 in Genitali, Infezioni

Le infezioni urinarie e la cistite sono patologie molto diffuse, che colpiscono milioni di persone in tutto il mondo. Possono essere causate da molti fattori, e spesso vengono sottovalutate pensando si tratti di piccoli e “normali” bruciori. In realtà, è molto importante consultare un medico per risalirne alla causa.

La mancata individuazione della causa può far sì che il problema non solo perduri, ma diventi più grave col passare dei mesi. In questo articolo ti descriviamo un potente frullato da associare alla cura prescritta dal medico per ottimizzarne i risultati: segui attentamente le istruzioni della ricetta.

frullato infezioni urinarie cistiteI sintomi di una infezione urinaria sono vari: voglia di rimettere, vertigini, febbre, dolore e bruciore, dolore pelvico, incontinenza e, nei casi più gravi, anche tracce di sangue nell’orina.

La causa più comune è un batterio fecale che raggiunge i tessuti dell’uretra, ma la cistite può essere provocata anche da malformazioni ai reni, calcoli renali, scarsa idratazione e abuso di determinati farmaci.

Per preparare il frullato hai bisogno di: 1 mazzo di prezzemolo, 3 gambi di sedano, 30 grammi di camomilla e 300 ml d’acqua. Cerca di preferire ingredienti biologici, per evitare di esporre l’organismo a pesticidi e sostanze chimiche.

Porta ad ebollizione l’acqua, poi aggiungi la camomilla e fai riposare per 5 minuti. Filtra e versa l’infuso nel frullatore, aggiungendo tutti gli altri ingredienti. Bere appena pronto, meglio se a stomaco vuoto.

Condividi l'articolo
Importante: Questo sito web non dà consigli medici, né suggerisce l'uso di tecniche come forma di trattamento per problemi fisici, per i quali è invece necessario il parere di un medico. Nel caso si decidesse di applicare le informazioni contenute in questo sito, lo stesso non se ne assume le responsabilità. L'intenzione del sito è quella di essere illustrativo, non esortativo né didattico.

Aggiungi un commento