Come distruggere i calcoli biliari in modo naturale e disintossicare la cistifellea

23 Aprile 2019 in Digestione

I calcoli biliari sono depositi duri che si formano dalla bile che si trova nella cistifellea, un piccolo organo che si trova dietro il fegato. Una volta formati, i calcoli biliari possono crescere, rimpicciolirsi o mantenere le stesse dimensioni per anni. I calcoli possono inoltre sciogliersi ed essere espulsi dal corpo.

I calcoli biliari non provocano dolore e non è necessaria una cura. Tuttavia, quando ostruiscono i dotti biliari, possono causare un forte dolore addominale, che può durare anche varie ore. Di seguito ti suggeriamo alcuni rimedi naturali per espellere i calcoli biliari.

Aceto di mele. La natura acida dell’aceto impedisce al fegato di produrre colesterolo in eccesso, causa della formazione dei tipi più comuni di calcoli biliari. Mescola 1 cucchiaio di aceto di mele con 1 bicchiere di succo di mele, e bevi per alleviare il dolore addominale.

Succo di limone. E’ un altro eccellente rimedio per prevenire o trattare i calcoli biliari. Sono ricchi di fibra, vitamine e minerali. L’acido ascorbico del limone aiuta a ridurre il rischio di problemi alla cistifellea. Bevi il succo di limone appena spremuto ogni giorno per prevenire i calcoli biliari e favorire la disintossicazione della cistifellea.

Psyllium. E’ un’eccellente fonte di fibra solubile, ed è considerata come un ottimo rimedio contro i calcoli biliari. I semi di psyllium contengono mucillagini che aiutano a trattare anche la stitichezza. Versa 1 cucchiaio di polvere di psyllium in un bicchiere d’acqua, mescola bene e bevi 2 volte al giorno.

Condividi l'articolo
Importante: Questo sito web non dà consigli medici, né suggerisce l'uso di tecniche come forma di trattamento per problemi fisici, per i quali è invece necessario il parere di un medico. Nel caso si decidesse di applicare le informazioni contenute in questo sito, lo stesso non se ne assume le responsabilità. L'intenzione del sito è quella di essere illustrativo, non esortativo né didattico.

Ti potrebbe interessare:

Aggiungi un commento