Come scoprire se il tuo corpo è acido, e come alcalinizzarlo

8 Febbraio 2018 in Altre malattie e rimedi

Molti di noi non si sono mai preoccupati del livello del pH del nostro corpo, ma è importante cominciare a farlo. Un pH bilanciato è importantissimo per una salute di ferro: malattie e infezioni sono molto meno comuni tra le persone che hanno un corpo alcalino e non acido.

Il livello del pH viene quantificato in un livello che va da 0 a 14. Un pH basso significa che il corpo è acido, mentre un pH alto indica che il corpo è alcalino. L’equilibrio tra acidità e alcalinità è importante per evitare che virus e batteri attacchino e danneggino organi e tessuti, abbassando le difese immunitarie.

Uno squilibrio del livello del pH può essere causato da abuso di farmaci, una dieta poco sana, stress cronico, mancanza di attività fisica, inquinamento, esposizione a sostanze chimiche o droghe. Per equilibrare il pH, riducendo quindi l’acidità dell’organismo in favore dell’alcalinità, è possibile adottare dei semplici accorgimenti.

Aceto di mele. Nonostante sia acido, questo prodotto aiuta ad alcalinizzare il corpo, rendendo la vita difficile a batteri e virus. Versa una o due cucchiai di aceto di mele in un bicchiere di acqua tiepida, aggiungi un pizzico di miele per addolcire, e bevi una o due volte al giorno.



Bicarbonato. E’ molto alcalino, e aiuta a bilanciare il pH dell’organismo. Ha proprietà anti-acidità naturali e può alleviare condizioni come indigestione e gonfiore addominale. Versa un pizzico di bicarbonato e 1 cucchiaio di succo di limone in un bicchiere d’acqua a temperatura ambiente, e bevi una volta al giorno.

Acqua e limone. Probabilmente uno dei rimedi più efficaci. Il limone, acido per natura, quando viene metabolizzato ha un’azione alcalinizzante sul nostro organismo. Versa il succo di mezzo limone biologico in un bicchiere d’acqua tiepida, e bevi ogni mattina a stomaco vuoto.

Ortaggi. Aumentare il consumo di ortaggi, sopratutto quelli a foglia verde, aiuta a mantenere il pH in equilibrio. Si consiglia di consumarli crudi, e di preferire cavoli, broccoli, cetrioli, spinaci, rucola, peperoni verdi, zucchine, carciofi, asparagi e sedano.

Dieta. Evita cibi molto acidi, come farina processata, carne rossa o processata, zucchero raffinato, latte e latticini, bevande alcooliche, caffè e bibite zuccherate. Preferire sempre alimenti biologici, quindi liberi da sostanze tossiche e pesticidi.

Condividi l'articolo
Importante: Questo sito web non dà consigli medici, né suggerisce l'uso di tecniche come forma di trattamento per problemi fisici, per i quali è invece necessario il parere di un medico. Nel caso si decidesse di applicare le informazioni contenute in questo sito, lo stesso non se ne assume le responsabilità. L'intenzione del sito è quella di essere illustrativo, non esortativo né didattico.

Aggiungi un commento