Rimedio Naturale

Come stimolare il nervo vago per alleviare lo stress e migliorare il funzionamento dell’organismo

15 Maggio 2019 in Altre malattie e rimedi, Psicologia

Il nostro corpo è un sistema complesso e ben integrato: ciascuna terminazione si unisce alle altre in una rete di connessioni, e ciò spiega il perché un dolore specifico potrebbe essere generato da una condizione che avviene in un’altra regione che nulla ha a che vedere con l’area interessata dal dolore.

Così come nel nostro corpo esistono nervi che partono dal midollo spinale, all’interno della colonna vertebrale, e trasmettono impulsi sensoriali e motori al cervello, abbiamo anche dodici coppie di nervi che partono dal cranio e controllano l’area del collo e del viso.

Uno di questi è il nervo vago, uno dei più lunghi del corpo, che si estende dal cranio fino all’addome. Questo nervo è il più importante del sistema nervoso parasimpatico, quello che si occupa di gestire le funzioni che permettono al corpo di rilassarsi.

Imparare a stimolare il nervo vago non favorisce solo il rilassamento, ma rafforza le funzioni immunitarie, aiuta ad alleviare l’ansia, trattare tachicardia, ipertensione e depressione.

Una tecnica molto semplice per stimolare il nervo vago consiste nel realizzare una respirazione cosciente. Per farlo devi:

  • ispirare lentamente dal naso, contando mentalmente fino a 4;
  • trattenere l’aria nei polmoni, contando fino a 6 e contraendo l’addome;
  • espirare contando fino a 4, contraendo leggermente le labbra.

Effettua questo esercizio varie volte al giorno, sopratutto in situazioni particolarmente stressanti.

Condividi l'articolo
Importante: Questo sito web non dà consigli medici, né suggerisce l'uso di tecniche come forma di trattamento per problemi fisici, per i quali è invece necessario il parere di un medico. Nel caso si decidesse di applicare le informazioni contenute in questo sito, lo stesso non se ne assume le responsabilità. L'intenzione del sito è quella di essere illustrativo, non esortativo né didattico.

Ti potrebbe interessare:

Aggiungi un commento