Gli esercizi che stimolano il sonno profondo e fanno dormire 8 ore di fila

13 Ottobre 2020 in Disturbi del sonno

Gli stili di vita sempre più caotici e stressanti hanno fatto diventare il sonno un vero e proprio lusso che in pochi possono concedersi appieno. Dalle notizie negative ai ritmi di lavoro, dai problemi familiari a quelli economici, sono tanti i fattori che potrebbero privarci di un sonno profondo e riparatore.

L’attività fisica può essere di grande aiuto contro l’insonnia sia cronica che sporadica, inducendo il sonno e migliorandone la durata e la qualità. Sebbene sia sconsigliato praticare attività fisica pesante prima di andare a dormire, alcuni semplici esercizi yoga possono stimolare uno stato di rilassamento, aumentare la produzione di ormoni “calmanti” e farci dormire di più.

Posizioni del gatto e della mucca

La sequenza tra le posizioni del gatto e della mucca rilassa la parte superiore della schiena e il collo, alleviando la tensione e sincronizzando il respiro. Comincia da una posizione “a quattro zampe”, con le mani sul pavimento. Mentre inspiri lascia cadere la pancia verso il basso, porta il petto in avanti e guarda in alto.

Mentre espiri, invece, piega il petto verso il mento e inarca la schiena. Effettua dei movimenti fluidi tra le due posizioni, effettuando 3-5 respirazioni.

Posizione del bambino

Questa posizione rilascia la tensione su schiena e spalle, allunga il bacino e ha un effetto calmante. Anche in questo caso si comincia a quattro zampe, porta il bacino indietro verso i talloni e poggia il petto sulle cosce mentre respiri profondamente.

Cammina con le mani in avanti, allungando bene le braccia. Poggia la fronte sul pavimento. Torna lentamente alla posizione iniziale.

Posizione della cruna dell’ago

Una posizione molto semplice che allevia la tensione dalle spalle e allunga la parte bassa della schiena.

Da una posizione di quadrupedia, cammina in avanti con le mani e stendi completamente le braccia, portandone una sotto il petto. Cerca di poggiare la spalla a terra e girare il più possibile il petto verso la direzione in cui si è portata la mano mentre espiri. La posizione va eseguita da entrambi i lati.

Posizione di affondo basso (low lunge)

Questo esercizio allunga e rilassa il muscolo psoas, che connette la colonna vertebrale alle gambe. Questo muscolo ci aiuta a camminare, funge da supporto agli organi interni e, connettendosi al diaframma, ha un impatto diretto sulla respirazione.

Poggia mani e piedi sul pavimento, e porta il bacino in alto. Successivamente spingi il ginocchio destro verso il naso e porta il piede destro tra le mani.

Le mani poggiano sui due lati del ginocchio anteriore. Allunga il collo e allinealo alla spina dorsale. A questo punto esegui tre respiri profondi, poi ripeti dal lato sinistro.

Condividi l'articolo
Importante: Questo sito web non dà consigli medici, né suggerisce l'uso di tecniche come forma di trattamento per problemi fisici, per i quali è invece necessario il parere di un medico. Nel caso si decidesse di applicare le informazioni contenute in questo sito, lo stesso non se ne assume le responsabilità. L'intenzione del sito è quella di essere illustrativo, non esortativo né didattico.

Aggiungi un commento