La migliore dieta per trattare l’Helicobacter pylori

27 Maggio 2020 in Digestione

I problemi digestivi sono tra i disturbi più frequenti e possono avere origine e sintomi diversi. Digestioni lente e pesanti, meteorismo, mal di stomaco e gonfiore addominale sono senza dubbio i sintomi più diffusi.

Uno dei disturbi più frequenti è l’infezione della mucosa gastrica causata dal batterio Helicobacter pylori. Questo disturbo, così come tanti altri, può essere alleviato notevolmente adottando delle abitudini dietetiche sane ed equilibrate.

L’Helicobacter pylori colpisce una percentuale molto alta della popolazione, e la causa principale è proprio l’alimentazione. Mantenendo delle misure di prevenzione, come ad esempio conservare e cucinare bene gli alimenti e mantenere condizioni igieniche corrette, è possibile prevenire la sua contaminazione.

La dieta svolge un ruolo fondamentale nel trattamento dell’infezione da Helicobacter pylori, e di seguito ti elenchiamo tutte le caratteristiche di un’alimentazione sana e corretta.

  • Prepara alimenti di facile digestione, aumentando la quantità di pasti e riducendo la quantità di razioni.
  • Mangia lentamente.
  • Elimina i cibi piccanti, gli alimenti processati, i cibi molto grassi e lo zucchero.
  • Non mangiare o bere alimenti molto freddi o molto caldi.
  • Evita alimenti che causano flatulenza, come cavolfiori o carciofi.
  • Riduci il consumo di agrumi e altri cibi acidi.
  • Non bere bevande gassate o alcoliche.
  • Cuoci correttamente la carne, elimina gli alimenti fritti.

Condividi l'articolo
Importante: Questo sito web non dà consigli medici, né suggerisce l'uso di tecniche come forma di trattamento per problemi fisici, per i quali è invece necessario il parere di un medico. Nel caso si decidesse di applicare le informazioni contenute in questo sito, lo stesso non se ne assume le responsabilità. L'intenzione del sito è quella di essere illustrativo, non esortativo né didattico.

Aggiungi un commento