Le piante grasse che trasmettono più energia in casa e come prendersi cura di esse

17 Settembre 2019 in Casa

Secondo alcune tradizioni popolari, come il feng shui, la presenza di piante in casa aiuta ad equilibrare le energie, migliorare lo stato d’animo delle persone e la concentrazione, e a prevenire condizioni di salute.

Tra i tipi di piante più usati negli spazi interni troviamo le succulente (o piante grasse), una specie di piante carnose alla quale appartengono anche i cactus e altre simili.

Le piante grasse sono ottime per attivare l’energia e l’abbondanza, in quanto capaci di accumulare permanentemente acqua. Anche i cactus hanno questa particolarità, ma si suggerisce di mettere solo quelli senza spine (più adeguati per gli spazi esterni).

Di seguito ti elenchiamo alcuni consigli per la cura e la manutenzione delle piante grasse negli spazi interni.

Le piante succulente riescono a conservare quantità relativamente piccole di acqua per giorni o settimane, ed è per questo che non vanno innaffiate frequentemente.

Durante i mesi caldi bisogna innaffiarle con poca acqua una volta a settimana. Durante i mesi più freddi, è necessario innaffiarle solo una volta ogni 15 giorni.

Questo tipo di piante ha bisogno di molta luce solare per sopravvivere, ma non devono riceverla direttamente, per evitarne la disidratazione. Mettile in zone d’ombra in cui possano ricevere i riflessi della luce solare.

Le piante grasse sono associate all’abbondanza, al successo e alla ricchezza. Sono considerate anche piante capaci di purificare gli ambienti domestici, favorendo l’armonia interna.

Condividi l'articolo
Importante: Questo sito web non dà consigli medici, né suggerisce l'uso di tecniche come forma di trattamento per problemi fisici, per i quali è invece necessario il parere di un medico. Nel caso si decidesse di applicare le informazioni contenute in questo sito, lo stesso non se ne assume le responsabilità. L'intenzione del sito è quella di essere illustrativo, non esortativo né didattico.

Ti potrebbe interessare:

Aggiungi un commento