Le proprietà terapeutiche dei cachi

11 Ottobre 2019 in Prodotti naturali

Il cachi è un frutto originario della Cina e del Giappone, ma oggi diffuso in tutto il mondo. Dal sapore dolce, colore arancio e polpa carnosa, il cachi ha un alto valore nutritivo che lo rende ideale per disintossicare l’organismo.

I cachi sono ricchi di carboidrati e contengono più calorie rispetto ad altri frutti. Sono ricchi di fibra e aiutano a combattere la stitichezza, a mantenere la pelle sana, a rinforzare le ossa per via del loro alto contenuto di calcio e a favorire la formazione di collagene grazie alla vitamina C.

Questo eccellente frutto ci aiuta a combattere la stitichezza e a migliorare il transito intestinale, grazie alle proprietà lassative del frutto, sopratutto quando è maturo.

Essendo ricco di potassio, il cachi è particolarmente benefico per chi soffre di ipertensione. È infatti un eccellente alleato nel regolare la pressione e proteggere il sistema cardiovascolare.

È anche ricco di antiossidanti, che aumentano le difese e prevengono l’invecchiamento prematuro, contrastando l’effetto dannoso dei radicali liberi.

Il cachi aumenta l’assorbimento del ferro, contribuendo alla prevenzione o al trattamento dell’anemia.

Questo frutto è molto ricco di betacaroteni che, una volta introdotti nel nostro organismo, si convertono i vitamina A e partecipano ad una moltitudine di funzioni: aumentano le difese, proteggono la vista e mantengono pelle e capelli sani e forti. Inoltre, la vitamina C del cachi favorisce la formazione di collagene.

La vitamina A del cachi è fondamentale per mantenere ossa e denti forti.

Condividi l'articolo
Importante: Questo sito web non dà consigli medici, né suggerisce l'uso di tecniche come forma di trattamento per problemi fisici, per i quali è invece necessario il parere di un medico. Nel caso si decidesse di applicare le informazioni contenute in questo sito, lo stesso non se ne assume le responsabilità. L'intenzione del sito è quella di essere illustrativo, non esortativo né didattico.

Ti potrebbe interessare:

Aggiungi un commento