Rimedio Naturale

5 semplici posture yoga per eliminare il grasso della pancia

3 agosto 2015 in Bellezza

I muscoli addominali svolgono una funzione molto importante nel nostro corpo. Non si tratta solo del fattore estetico, ma si occupano anche di mantenere il nostro corpo eretto, una buona postura ed una forza adeguata.

Inoltre, un addome abbastanza forte aiuta a tenere gli organi digestivi al loro posto e li protegge. Di qui l’importanza di un allenamento adeguato per bruciare i grassi attraverso attività aerobiche.

In breve, un addome più forte è sinonimo di buona salute. Oggi ti mostriamo come allenare l’addome e perdere peso con l’aiuto dello yoga. Inoltre, attraverso queste posture yoga, potrai calmare l’ansia, combattere lo stress, rinnovare le energie ed allenare l’equilibrio.

5 posture yoga per ridurre il grasso della pancia

L’addome è un muscolo essenziale per lo yoga, in quanto fornisce il supporto per la colonna vertebrale. E’ per questo che la maggior parte delle posture yoga si basano sul lavoro addominale.

Le seguenti 5 posture yoga, molto semplici da realizzare, ti aiuteranno ad avere un addome forte, raggiungere un peso adeguato ed eliminare il grasso accumulato nella pancia.

  1. Posizione del bastone a terra (o chaturanga dandasana)
    posizione del bastone a terra
    Sdraiati sul pavimento con le mani all’altezza del petto, appoggiando i palmi sul pavimento. Poi alzati allungando le braccia, mantenendo la schiena dritta e contraendo gli addominali. Sostieniti con le punte dei piedi e mantieni questa postura per circa 2 minuti. Ripeti 5 o 10 volte.
  2. Plancia con i gomiti
    plancia gomiti
    Questa postura è simile a quella precedente, ma questa volta ti devi sostenere con i gomiti. Cerca di contrarre gli addominali per mantenere le spalle e la schiena dritta. Forma una linea retta, dai piedi alla testa. Mantieni questa posizione per circa 2 minuti.
  3. Posizione della barca (o paripurna navasana)
    posizione della barca
    Siediti su un tappetino con i piedi poggiati sul pavimento. Contrai gli addominali, mantieni la schiena dritta ed alza le gambe, fino a formare una “V” con il corpo. Mantieni questa posizione per circa 1 minuto.
  4. Posizione della barca allungata
    posizione della barca allungata
    Questa postura è simile alla precedente, ma non bisogna formare una “V” con il corpo, ma bisogna sollevare testa e gambe a qualche centimetro dal pavimento. Contrai l’addome per raggiungere un equilibrio corretto.
  5. Posizione del ponte (setu bandhasana)
    posizione del ponte
    Sdraiati a pancia in su con le gambe flesse. Spingi le spalle leggermente indietro e afferra i talloni con le mani. Non staccare i piedi dal pavimento. Inalando, cerca di sollevare i fianchi il più possibile, formando un ponte con la schiena.
Condividi l'articolo:
11.8k

Importante: Questo sito web non dà consigli medici, né suggerisce l'uso di tecniche come forma di trattamento per problemi fisici, per i quali è invece necessario il parere di un medico. Nel caso si decidesse di applicare le informazioni contenute in questo sito, lo stesso non se ne assume le responsabilità. L'intenzione del sito è quella di essere illustrativo, non esortativo né didattico.

Ti potrebbe interessare:

Aggiungi un commento