La carenza di questa vitamina potrebbe essere la causa dei mal di testa frequenti

28 Febbraio 2016 in Altre malattie e rimedi, Infiammazioni

L’emicrania è una condizione molto comune, che può durare dalle poche a tre giorni. Sfortunatamente, questo tipo di mal di testa sono fra i disturbi meno “compresi”, e spesso vengono sottovalutati o addirittura curati in modo errato.

Chi soffre di emicrania sa quanto sia dolorosa e fastidiosa, in quanto può limitare le nostre attività quotidiane, aumentando esponenzialmente la sensibilità alla luce e ai suoni, e causando nausea, febbre e dolore estremo.

carenza vitamina d emicraniaLe cause dell’emicrania sono varie: un incremento eccessivo di flusso sanguigno al cervello, un disturbo neurologico correlato all’attività delle cellule nervose, variazioni nella serotonina chimica nel cervello e carenza di determinate sostanze nutritive.

E’ stato dimostrato che le vitamine B6 e B12 causano una riduzione dell’emicrania se assunti per 6 mesi. Anche il consumo di alte dosi di vitamina B2, secondo l’European Journal of Neurology, può prevenire gli attacchi di emicrania.

Uno studio effettuato nel 2015 dall’American Headache Society ha dimostrato che il 42% di pazienti che soffrono di emicrania cronica mostravano carenza di vitamina D.

La vitamina D è fondamentale per la nostra salute: aiuta il corpo ad assorbire minerali come calcio e fosforo, previene l’osteoporosi, aiuta nel trattamento contro la psoriasi e può prevenire cancro e ipertensione.

Una delle principali fonti di vitamina D è la luce del sole: basta esporsi ad essa per 10 minuti , 3 o 5 volte a settimana.
Inoltre, alimenti come burro e uova sono ricchi di questa vitamina.

Condividi l'articolo
Importante: Questo sito web non dà consigli medici, né suggerisce l'uso di tecniche come forma di trattamento per problemi fisici, per i quali è invece necessario il parere di un medico. Nel caso si decidesse di applicare le informazioni contenute in questo sito, lo stesso non se ne assume le responsabilità. L'intenzione del sito è quella di essere illustrativo, non esortativo né didattico.

Aggiungi un commento