La quercetina inibisce il coronavirus: questi sono gli alimenti più ricchi

4 Settembre 2020 in Coronavirus 2020, Diete

Un nuovo studio internazionale, al quale ha partecipato anche il Cnr italiano, ha dimostrato che la quercetina, un composto di origine naturale, ha la capacità di inibire il Sars-CoV-2.

Pubblicato sull’International Journal of Biological Macromolecules, lo studio è stato condotto da Bruno Rizzuti, del Cnr-Nanotec di Cosenza, con un gruppo di ricercatori spagnoli.

Secondo lo studio, la quercetina si lega ad una proteina chiamata 3CLpro, e le impedisce di svolgere correttamente la sua funzione. Questa molecola, secondo lo studio, ha una efficacia pari a quella dei migliori antivirali a disposizione contro il coronavirus.

Di seguito ti elenchiamo gli alimenti più ricchi di quercetina, da aggiungere alla propria dieta.

  • Cipolla. È senza dubbio l’alimento più ricco di quercetina. Gran parte dei benefici attribuiti alla cipolla sono dovuti proprio alla sua ricchezza di quercetina, come la sua capacità di proteggerci dall’invecchiamento e dalle infezioni.
  • Aglio. Conosciuto come l’antibiotico naturale per eccellenza, l’aglio è molto ricco di quercetina. Per godere dei suoi benefici è preferibile mangiarlo crudo.
  • Frutta. Questo meraviglioso nutriente è contenuto anche nelle mele, nelle pere e nelle ciliegie.
  • Tè verde. Contiene livelli notevoli di quercetina. Anche il tè nero e il rooibos ne contengono, seppur in minore quantità.
  • Avena. È il cereale più ricco di quercetina.
  • Spinaci. Tra le verdure, invece, gli spinaci sono quelli che si piazzano sul podio per la quantità di quercetina.

Condividi l'articolo
Importante: Questo sito web non dà consigli medici, né suggerisce l'uso di tecniche come forma di trattamento per problemi fisici, per i quali è invece necessario il parere di un medico. Nel caso si decidesse di applicare le informazioni contenute in questo sito, lo stesso non se ne assume le responsabilità. L'intenzione del sito è quella di essere illustrativo, non esortativo né didattico.

Aggiungi un commento