Viaggiare rende più felici di qualsiasi altro bene materiale: nuovo studio lo conferma

11 Agosto 2019 in Psicologia

Perché molte persone passano il loro tempo libero facendo shopping, pur non avendone necessità? La ricchezza materiale genera felicità, ma solo temporaneamente. Qualche giorno dopo l’aver fatto un nuovo acquisto, il piacere finisce e bisogna subito acquistarne un altro.

Il problema con questo tipo di dipendenza è che si cerca di comprare la felicità, non i prodotti. Il denaro può sicuramente renderci la vita più semplice, meno stressante e risolvere i problemi: ma non può comprare la felicità.

Secondo uno studio condotto dalla Cornell University, esiste un modo per rompere questo circolo vizioso: viaggiare. Il viaggio ci rende felici prima, durante e dopo: le memorie resteranno lì per sempre, generando una sensazione di benessere anche molto dopo.

La chiave di tutto ciò è l’esperienza. Nonostante acquistare nuovi beni materiali ci regali momenti di novità, finiranno col diventare parte della nostra quotidianità, e quindi noiosi.

Il viaggio, al contrario, farà parte della nostra identità: le esperienze di viaggio diventano parte di noi, arricchendoci e cambiandoci.

Condividi l'articolo
Importante: Questo sito web non dà consigli medici, né suggerisce l'uso di tecniche come forma di trattamento per problemi fisici, per i quali è invece necessario il parere di un medico. Nel caso si decidesse di applicare le informazioni contenute in questo sito, lo stesso non se ne assume le responsabilità. L'intenzione del sito è quella di essere illustrativo, non esortativo né didattico.

Ti potrebbe interessare:

Aggiungi un commento