5 cibi che aumentano il rischio di tumore al seno (e 5 che lo riducono)

10 Ottobre 2019 in Altre malattie e rimedi

Il tumore al seno ha origine quando le cellule iniziano a crescere senza controllo, formando un tumore che, a volte, può essere sentito come un nodulo. Si tratta, purtroppo, di uno dei tipi di tumore più diffusi tra le donne.

Sebbene non esistano rimedi infallibili o cure miracolose, è possibile contribuire alla prevenzione del tumore al seno attraverso una corretta alimentazione. Alcuni cibi possono avere un effetto protettivo contro il tumore al seno.

Di seguito ti elenchiamo i 5 cibi da evitare e successivamente quelli che, al contrario, bisognerebbe mangiare più spesso.

5 cibi che aumentano il rischio di cancro al seno

Latticini. Accade spesso che agli animali che producono il latte dal quale si ricava questo tipo di alimenti vengano trattati con sostanze chimiche e ormoni, associati all’aumento del rischio di cancro al seno. Sebbene in Italia gran parte di queste sostanze siano proibite, spesso i latticini vengono prodotti con latte che proviene da altri paesi.

Grassi. Quelli che provengono da cibi processati sono associati ad un maggiore rischio di cancro al seno. Questo tipo di grassi, spesso presenti nei cibi prefritti o nei dolci confezionati, andrebbero evitati.

Carne rossa. Vari studi hanno associato il rischio di tumore al seno al consumo eccessivo di carne rossa, sopratutto quando “ben cotta”. Anche gli insaccati e la carne processata, ricca di sale, grasso e conservanti, è altamente dannosa.

Dolci. Una dieta ricca di carboidrati e zuccheri raffinati provoca, tra le altre cose, anche il diabete, obbligando il corpo a produrre insulina. L’insulina, a sua volta, stimola la crescita delle cellule tumorali e la produzione di estrogeno.

Oli vegetali. Gli oli di girasoli, soia, mais o semi di arachidi sono tutti ricchi di grassi polinsaturi che aumentano l’ossidazione nel corpo, associata ad un rischio maggiore di cancro al seno.

5 cibi che aiutano a prevenire il cancro al seno

Verdure crocifere. Contengono fitonutrienti che prevengono la diffusione delle cellule tumorali e ne bloccano la formazione. Inoltre, i fitonutrienti agiscono direttamente sul metabolismo dell’estrogeno, limitandone la produzione.

Pesce grasso. L’olio di pesce può essere di grande aiuto nella prevenzione del cancro, grazie agli acidi grassi omega 3 che riducono le infiammazioni nel corpo. Le infiammazioni croniche sono tra le cause del tumore al seno.

Olio d’oliva. Ricco di fitonutrienti, grassi monoinsaturi e antiossidanti come lo squalene, l’olio di oliva aiuta a prevenire l’ossidazione del grasso nel corpo e ridurre il rischio di cancro al seno.

Patate dolci. Tutti gli ortaggi di colore arancione sono ricchi di carotenoidi, che contengono composti capaci di regolare la crescita, la riparazione e la difesa delle cellule.

Pomodori. Sono ricchissimi di licopene, un potente antiossidante che, oltre a dare il classico colore rosso, previene il cancro al seno bloccando la crescita eccessiva delle cellule.

Condividi l'articolo
Importante: Questo sito web non dà consigli medici, né suggerisce l'uso di tecniche come forma di trattamento per problemi fisici, per i quali è invece necessario il parere di un medico. Nel caso si decidesse di applicare le informazioni contenute in questo sito, lo stesso non se ne assume le responsabilità. L'intenzione del sito è quella di essere illustrativo, non esortativo né didattico.

Ti potrebbe interessare:

Aggiungi un commento