3 metodi per pulire e depurare l’aura dall’energia negativa, e vivere meglio

18 Dicembre 2015 in Psicologia

Quando siamo depressi, anche l’energia fisica si deprime. Le emozioni negative, come paura ed ansia, bloccano la nostra energia fisica, l’energia emozionale, e l’aura.

Quando puliamo l’aura dall’energia negativa, riusciamo a sbloccare anche il nostro stato d’animo. Di seguito trovi 3 modi per pulire l’aura dall’energia negativa.

Pulire l’aura. Il tuo campo energetico può sconvolgersi a causa di un carico emozionale.
Luce solare: esci ed esponiti ad essa (in modo sano), ti aiuterà a rivitalizzare l’energia.
Nuotare: se hai accesso al mare, o ad una piscina d’acqua salata, un’immersione rapida può aiutarti. Il sale è capace di pulirci fisicamente ed emozionalmente.
Meditazione: siediti e cerca di riposare le energie dalle emozioni negative.

Curare l’aura. Così come per la salute della mente, l’energia vitale dell’aura può danneggiarsi a causa di traumi. Per curare l’aura è possibile lavorare con un professionista, cercando di scoprire quali sono sentimenti negativi che bloccano l’energia nell’aura.
Perdono: lascia andare il dolore del passato, perdonando la persona che lo ha causato.
Visualizzazione: immagina una luce bianca che riempie il corpo attraverso la pelle. Questa luce ci aiuta ad espellere qualsiasi parte scura nella nostra aura.

Proteggere l’aura. Una volta pulita, l’aura deve essere protetta. Essendo un dolore “psicologico”, è necessario proteggersi dall’essere colpiti da energie negative di altre persone.



Essere empatici verso il prossimo vuol dire capire le loro sensazioni, anche sentendo il dolore altrui. Si tratta di un sentimento nobile, ma che non deve alterare la nostra salute mentale.
Stai attento: cerca di riconoscere quando le emozioni che stai sentendo sono di altre persone. Se il tuo partner è arrabbiato, identifica questa emozione, e convinciti che non è tua.
Amare se stessi: proteggiti da attacchi psicologici amandoti e rispettandoti. Cerca di avere pazienza con te stesso, e di non reagire con violenza in casi estremi. La non-reazione implica un atto d’amore verso se stessi e gli altri
Visualizzare uno scudo: cerca di immaginare la tua aura bianca e splendente, che si espande, coprendo il nostro corpo a mo di scudo contro le emozioni e la negatività altrui.

Condividi l'articolo
Importante: Questo sito web non dà consigli medici, né suggerisce l'uso di tecniche come forma di trattamento per problemi fisici, per i quali è invece necessario il parere di un medico. Nel caso si decidesse di applicare le informazioni contenute in questo sito, lo stesso non se ne assume le responsabilità. L'intenzione del sito è quella di essere illustrativo, non esortativo né didattico.

Commenti dei lettori

  1. mari dice:

    a che genere di professionista dovrei rivolgermi?

Aggiungi un commento