Ecco perché devi mettere una pallina di carta stagnola nel bucato

15 Marzo 2020 in Casa

Quando si parla di bucato, è normale avere dei prodotti di riferimento, come detergenti o ammorbidenti. Questi prodotti, se industriali, contengono sostanze chimiche che finiscono con accumularsi sul bucato ed entrare a contatto con la pelle.

Niente di particolarmente pericoloso, ma se stai cercando delle alternative naturali ai classici prodotti per bucato, può farti piacere sapere che la soluzione può essere a portata di mano.

In questo articolo ti suggeriamo una efficace alternativa all’ammorbidente che, per quanto possa sembrare bizzarra, funziona davvero bene.

Basta prendere della carta stagnola (la carta di alluminio che si usa in cucina), e appallottolarla fino a formare una pallina dalle dimensioni di una da tennis. Compattala per bene con le mani, fino ad ottenere una pallina dura.

Mettendo la pallina nel cestello della lavatrice, assieme ai panni, e lasciandola dentro per tutto il lavaggio, ci permette di ottenere risultati eccellenti.

L’alluminio ha un’azione capace di ridurre le cariche elettrostatiche nei panni, le stesse che rendono le fibre del bucato dure. Ha, quindi, un’azione simile a quella dell’ammorbidente.

La pallina può essere riusata: basta farla asciugare dopo il lavaggio. Oltre al beneficio sul bucato, è evidente che questo metodo può farci risparmiare un sacco di soldi.

Condividi l'articolo
Importante: Questo sito web non dà consigli medici, né suggerisce l'uso di tecniche come forma di trattamento per problemi fisici, per i quali è invece necessario il parere di un medico. Nel caso si decidesse di applicare le informazioni contenute in questo sito, lo stesso non se ne assume le responsabilità. L'intenzione del sito è quella di essere illustrativo, non esortativo né didattico.

Aggiungi un commento