Qualche giorno prima di un ictus, il corpo invia questi 8 segnali

21 Ottobre 2020 in Altre malattie e rimedi

L’ictus è un disturbo molto diffuso, e si stima che colpisce circa 200 mila italiani ogni anno. Oltre ad essere potenzialmente mortale, l’ictus può provocare danni permanenti.

Questo disturbo si scatena per via dell’interruzione del flusso sanguigno in una zona del cervello, il che provoca la perdita di qualche capacità associata alla zona del cervello interessata.

Esistono due tipi di ictus: quelli ischemici, scatenati dall’ostruzione dei vasi sanguigni che impedisce l’arrivo di sangue in una parte del cervello, e quelli emorragici, causati dalla rottura di arterie e dalla conseguente emorragia cerebrale.

L’ictus si scatena in modo brusco e improvviso, ma esistono dei sintomi che possono aiutarci a prevedere l’arrivo del disturbo e indicarci di richiedere assistenza medica.

Intorpidimento e problemi di movimento

L’ictus colpisce i neuroni del cervello e, in modo indiretto, anche il modo in cui si attivano i muscoli, poiché dipendono dagli ordini inviati dal sistema nervoso. È per questo che l’ictus può provocare una sensazione improvvisa di debolezza e intorpidimento di gruppi muscolari grandi, come quelli di un braccio o una gamba.

Le difficoltà di movimento di queste parti del corpo possono essere accompagnate da una sensazione di formicolio o una minore sensibilità. L’ictus può colpire anche un lato del volto, che diventa paralizzato e “rilassato”, come se le fibre muscolari si fossero spente.

Bocca storta

Questa è una delle conseguenze più visibili del sintomo precedente. Se la bocca diventa storta e si hanno difficoltà nel parlare o sorridere, bisogna cercare immediatamente aiuto.

Problemi di linguaggio improvvisi

Le alterazioni del linguaggio possono comparire sia quando ci si esprime che quando si cerca di capire cosa dicono gli altri. Ciò avviene perché questo tipo di processi mentali usano zone ampie della corteccia cerebrale.

Se noti che in pochi secondi non riesci a pronunciare parole semplici o che non riesci a capire bene le persone che ti parlano, puoi considerare ciò come una segnale di allarme dell’ictus.

Perdita improvvisa della vista

I problemi improvvisi della vista possono colpire uno o entrambi gli occhi. Sebbene sia un sintomo che dia ragione per recarsi in ospedale il prima possibile, bisogna tenere conto che esistono altre condizioni non associate all’ictus capaci di scatenare questo sintomo.

Problemi di memoria e orientamento

Il nostro cervello è pieno di gruppi di neuroni associati ai ricordi. Quando una zona del cervello si danneggia, può scatenare una reazione a catena. Ciò provoca una sensazione di confusione improvvisa che è accompagnata da disorientamento e una perdita di memoria.

Perdita della nozione del tempo

L’ictus può avere un impatto forte sui livelli di coscienza, provocando la lipotimia.

La lipotimia è una sindrome che provoca una sensazione di vertigine, di svenimento e di stanchezza, così come la perdita della nozione del tempo.

Condividi l'articolo
Importante: Questo sito web non dà consigli medici, né suggerisce l'uso di tecniche come forma di trattamento per problemi fisici, per i quali è invece necessario il parere di un medico. Nel caso si decidesse di applicare le informazioni contenute in questo sito, lo stesso non se ne assume le responsabilità. L'intenzione del sito è quella di essere illustrativo, non esortativo né didattico.

Aggiungi un commento